C'è un nuovo numero unico regionale, l' 800909060, che si sta testando i questi giorni e che sarà pienamente operativo da gennaio, per cercare di migliorare il servizio informativo sul Covid rivolto ai cittadini, rispondendo alle domande di carattere non prettamente sanitario, ma a quelle che riguardano i percorsi e le disposizioni relative alla gestione della pandemia.

Ad esempio: 'ho avuto un contatto con una persona positiva, cosa devo fare?', oppure: 'posso andare fuori dal comune di residenza?'.

Tutti quesiti a cui i volontari impegnati in questo progetto saranno a disposizione per assistere le persone.

Il numero unico regionale 800909060 è attivo dal lunedì al sabato dalle ore 8 alle ore 20 (esclusi i festivi) e garantirà la presa in carico della richiesta del cittadino con la possibilità di fornire una risposta specifica al quesito posto dall'utente.

Al numero 800909060 si potranno rivolgere tutte le domande di carattere non prettamente di salute in merito alla pandemia, ad esempio sulle misure restrittive in atto. I volontari della Protezione Civile saranno però in grado anche di fornire informazioni di tipo sanitario di primo livello (ad esempio sulle procedure da seguire in caso si sia venuti a contatto con un positivo),mentre per i quesiti sanitari di livello superiore la chiamata verrà trasferita alle Aziende sanitarie di riferimento. 

L'arrivo dell'inverno porta con sé variazioni climatiche tali (abbassamento temperature, umidità, ecc.) da indebolire l'organismo e renderlo più vulnerabile all'attacco di virus e batteri, con la comparsa di patologie infettive respiratorie ed intestinali, quali riniti, faringiti, tracheiti, bronchiti, gastro-enteriti.
Il microrganismo patogeno più famoso è certo il virus dell'influenza (in verità composto da 3 famiglie principali, "tipo A", "tipo B" e "tipo C", a loro volta suddivise in numerosi sottotipi; quest'anno i ceppi prevalenti dovrebbero essere il "A/Guandong-Manoan/SWL1536/2019" [sottotipo H1N1], il "A/Hong Kong 2671/2019" [sottotipo H3N2] e il B/Washington/02/2019 [sottotipo B/Victoria], nuovi rispetto al vaccino dell'anno scorso, più il B/Phuket/3073/2013 [ceppo B/Yamagata], e questi infatti sono i ceppi presenti nel tipo di vaccino tetravalente, altamente consigliabile invece del trivalente (cioè con solo tre ceppi).
Tuttavia esistono molti altri virus (rickettsie, coronavirus, adenovirus, coxavirus, ecc.) e batteri (streptococchi, stafilococchi, haemophilus influenzae, ecc.) capaci di dare infezioni con sintomatologie molto simili e dipendenti dall'organo/i colpito/i, quale: febbre, mal di gola, mal di testa, dolori osteoarticolari, tosse, vomito, diarrea. La pandemia da Covid-19 è data proprio da una variante di un virus della famiglia dei Coronavirus (il cosiddetto SARS CoV-2), con sintomatologia spesso molto simile a quella dell'influenza, e quindi di difficile differenziazione, ma esiti che possono essere molto peggiori.

Si informa che l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha attivato una chat ufficiale su Whatsapp per rispondere alle richieste di informazioni da parte dei cittadini sulla diffusione del nuovo coronavirus e per fornire raccomandazioni su come proteggersi dal contagio.

Per accedere al servizio di assistenza online, disponibile anche in italiano, è necessario cliccare sul seguente link https://wa.me/41225017834?text=ciao - che permette di accedere direttamente alla chat - ed inviare un messaggio con su scritto "ciao" per ricevere l'elenco degli argomenti su cui ottenere aggiornamenti e consigli.

Basta rispondere con il numero (o emoji) riferito all'argomento che si vuole approfondire per ricevere il messaggio di risposta.

 

Si informa inoltre che il Ministero della Salute ha attivato i canali ufficiali su Linkedin e su Telegram.

Per seguire il canale Linkedin è possibile visitare il link  https://www.linkedin.com/company/ministerosalute/ e cliccare sul tasto "segui".

Per seguire il canale Telegram occorre seguire il link  https://t.me/MinisteroSalute

Il Ministero della Salute è già attivo su Facebook, Twitter, Instagram e YouTube.

 

Tali canali permettono al cittadino di avere informazioni sanitarie sicure, ufficiali, e quindi, affidabili, con particolare riguardo alle notizie relative al Covid-19.

Farmacia San Giacomo: difende la tua salute!

CORONAVIRUS 2019


COSA È

Il Coronavirus 2019-nCoV, isolato recentemente in Cina, appartiene a una vasta famiglia di virus

che causa varie malattie: dal semplice raffreddore a patologie più gravi quali la Sindrome

respiratoria mediorientale (Mers) e la Sindrome respiratoria acuta grave (Sars).

Un nuovo coronavirus è un ceppo mai identificato nell’uomo.

SINTOMI

In generale i coronavirus causano febbre, tosse, difficoltà respiratoria.

Nei casi più gravi polmonite e sindromi respiratorie gravi. Il nuovo Coronavirus 2019-nCoV

presenta sintomi molto simili a quelli della comune influenza.

COME SI TRASMETTE

Il Coronavirus 2019-nCoV, come tutti i coronavirus, può essere trasmesso da persona a persona

in seguito a contatto stretto con un paziente infetto.

PREVENZIONE

Il vaccino per il Coronavirus 2019-nCoV non esiste ancora.

La terapia tratta i sintomi presentati dal paziente. A scopo cautelare la tua farmacia ti consiglia

di osservare con particolare scrupolo le consuete norme igienico-sanitarie

Lava bene e spesso le mani, per almeno 40 secondi,

con acqua e sapone o con soluzioni alcoliche

Quando starnutisci o tossisci:

- utilizza sempre un fazzoletto di carta o copri naso e bocca con il braccio

- getta i fazzoletti usati in un cestino

- lava le mani subito dopo

Evita di mangiare:

- carne cruda o poco cotta

- frutta o verdura non lavate

Evita di bere bevande non imbottigliate

Evita il contatto ravvicinato con chiunque mostri sintomi di malattie respiratorie come tosse o starnuti

Tutte le informazioni sul nuovo CORONAVIRUS 2019 sono disponibili

sul sito internet del Ministero della Salute WWW.SALUTE.GOV.IT/NUOVOCORONAVIRUS

È anche possibile telefonare al

NUMERO DI PUBBLICA UTILITÀ 1500


SE HAI SINTOMI SOSPETTI NON ALLARMARTI

PER QUALUNQUE DUBBIO NON ESITARE A RIVOLGERTI

AL TUO FARMACISTA E AL MEDICO



FAQ - Infezione

da coronavirus 2019-nCoV


1. Che cos'è un coronavirus?

I coronavirus sono una vasta famiglia di virus
noti per causare malattie che vanno dal comune
raffreddore a malattie più gravi come la sindrome
respiratoria mediorientale (MERS) e la sindrome
respiratoria acuta grave (SARS).

2. Che cos'è un nuovo coronavirus?

Un nuovo coronavirus (CoV) è un nuovo ceppo di
coronavirus che non è stato precedentemente mai
identificato nell'uomo.

3. Quali sono i sintomi di una persona infetta
da un coronavirus?

Dipende dal virus, ma i sintomi più comuni
includono febbre, tosse, difficoltà respiratorie. Nei
casi più gravi, l'infezione può causare polmonite,
sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza
renale e persino la morte.

4. I coronavirus possono essere trasmessi da
persona a persona?

Sì, alcuni coronavirus possono essere trasmessi
da persona a persona, di solito dopo un contatto
stretto con un paziente infetto, ad esempio tra
familiari o in ambiente sanitario.

5. Esiste un vaccino per un nuovo coronavirus?

No, essendo una malattia nuova, ancora non esiste
un vaccino e per realizzarne uno i tempi possono
essere anche relativamente lunghi.

6. Esiste un trattamento per un nuovo
coronavirus?

Non esiste un trattamento specifico per la malattia
causata da un nuovo coronavirus. Il trattamento
deve essere basato sui sintomi del paziente. La
terapia di supporto può essere molto efficace.

7. Cosa posso fare per proteggermi?

Le raccomandazioni per ridurre l'esposizione e la
trasmissione di una serie di malattie respiratorie
comprendono il mantenimento dell'igiene delle
mani (lavare spesso le mani con acqua e sapone
o con soluzioni alcoliche) e delle vie respiratorie
(starnutire o tossire in un fazzoletto o con il gomito
flesso, gettare i fazzoletti utilizzati in un cestino
chiuso immediatamente dopo l'uso e lavare le
mani), pratiche alimentari sicure (evitare carne
cruda o poco cotta, frutta o verdura non lavate e le
bevande non imbottigliate) ed evitare il contatto
ravvicinato, quando possibile, con chiunque
mostri sintomi di malattie respiratorie come tosse
e starnuti.

8. Come si contrae questo coronavirus?

La trasmissione da uomo a uomo è stata
confermata, ma sono necessarie ulteriori
informazioni per valutare la portata di questa
modalità di trasmissione . La fonte dell'infezione
non è nota e potrebbe essere ancora attiva.

9. Che fare se si è soggiornato in un ospedale
in cui è stata ricoverata una persona malata?

Il rischio di trasmissione esiste solo se si è stati
in stretto e prolungato contatto con il paziente. I
malati affetti da infezione da nuovo Coronavirus,
inoltre, vengono ricoverati in ambienti separati
dagli altri degenti. Sinora non è stata segnalata
alcuna infezione da nuovo coronavirus contratta in
ospedale o altra struttura sanitaria.

10. Quale dispositivo di monitoraggio è stato
introdotto per questo virus a livello nazionale?

In Italia, è attiva una rete di sorveglianza delle gravi
infezioni respiratorie acute (SARI) e delle sindromi
da distress respiratorio acuto (ARDS).

La situazione è costantemente monitorata dal
Ministero, che è in continuo contatto con l’OMS e
l’ECDC, e pubblica tempestivamente ogni nuovo
aggiornamento sul suo Portale.

11. Dove posso trovare altre informazioni sul
nuovo Coronavirus?

Il Ministero della Salute ha realizzato un sito
dedicato: www.salute.gov.it/nuovocoronavirus e
attivato il numero di pubblica utilità 1500.


SE HAI SINTOMI SOSPETTI NON ALLARMARTI

PER QUALUNQUE DUBBIO NON ESITARE A RIVOLGERTI

AL TUO FARMACISTA E AL MEDICO

Fonte: sito del Ministero della Salute

Farmacia San Giacomo: difende la tua salute!

La Legge 27 Dicembre 2019, n. 160 (Legge di Bilancio 2020) ha modificato le modalità di pagamento delle spese detraibili dall'IRPEF, pertanto i cittadini che siano interessati a fruire, in sede di dichiarazione dei redditi, delle detrazioni dall'imposta, nella misura del 19%, sono obbligati, dal 01-01-2020, a provvedere al pagamento delle relative spese con modalità di pagamento tracciabili (bonifici bancari o postali, moneta elettronica, bancomat, carta di credito, ecc.).

FANNO ECCEZIONE le spese relative a: TICKET, MEDICINALI, DISPOSITIVI MEDICI, SPESE per PRESTAZIONI SANITARIE rese da STRUTTURE PUBBLICHE o ACCREDITATE SSN, per le quali il pagamento può CONTINUARE ad essere effettuato anche in CONTANTI.

E' in corso di approfondimento, in attesa di una risposta ministeriale, se la modalità in contanti sia valida anche per le spese sostenute per l'acquisto di medicinali veterinari.

Farmacia San Giacomo: difende la tua salute!

Nell'intento di assecondare sempre di più le esigenze della cittadinanza di Pasian di Prato, abbiamo deciso di aumentare gli orari di apertura della farmacia, che dal 07/01/2020 adotta il seguente orario:

dal LUNEDI' al VENERDI'            aperto       dalle  8.00  alle  13.00       e       dalle  15.00  alle  19.30

SABATO                                      aperto       dalle  8.30  alle  12.30       e       dalle  15.30  alle  19.30

DOMENICA                                   chiuso      
                                                               tranne nelle settimane di turno di guardia farmaceutica (1 settimana ogni 9, per sapere quali sono consulta l'apposita sezione "Turni"
                                                               di questo sito) nelle quali l'apertura sarà 8.30 - 12.30 e 15.30 - 19.30

 

FARMACIA SAN GIACOMO: difende la tua salute!

In collaborazione con l'Assessorato Regionale alla Salute del Friuli-V.G., nell'ambito del Piano Nazionale di sorveglianza e risposta alle arbovirosi trasmesse da zanzare, organizzato dal Ministero della salute, qui di seguito alcuni semplici consigli sui comportamenti corretti da tenere per evitare la proliferazione e prevenire le punture delle zanzare, in particolare di quelle "tigre", che rappresentano i maggiori vettori capaci di trasmettere malattie virali di origine tropicale, quali Chikungunya, Dengue, Zika virus, West Nile, sempre più frequenti anche in Europa a causa della maggior mobilità di persone e merci. 

Farmacia San Giacomo. Difende la tua salute!

#dispensiamo salute.

Trovare la mattina sul cuscino capelli in quantità è un evento che può spaventare, tuttavia è assolutamente normale e fisiologico che un piccolo numero venga perso e sostituito con nuovi esemplari.

Il capello infatti, che è costituito da uno stelo (la parte visibile) attaccato alla radice (impiantata nel derma all'interno del follicolo pilifero, con la funzione di formare lo stelo), non ha durata infinita, ma un ciclo di vita di 2-5 anni, costituito da 3 fasi principali:
la fase di Anagen, di crescita, che costituisce la quasi totalità del tempo di vita del capello;
segue la fase di Catagen, di sole 2 settimane, nella quale il capello modifica la sua consistenza atrofizzandosi;
infine la fase di Telogen, di circa 3 mesi, all'inizio della quale il capello viene espulso e sostituito alla fine da uno nuovo.
Solo quando la caduta supera la quota di 50-100 capelli al giorno si può parlare di caduta patologica, ovvero ALOPECIA.